Monteriggioni: il borgo fortificato a difesa della Repubblica di Siena

Precedente
Successivo

Monteriggioni, un immenso castello a scopo difensivo voluto dai senesi per proteggersi dai nemici. Scoprirai come vivevano le persone qui nel Medioevo, la storia di questo luogo e visiterai il museo con armature medievali e rinascimentali.

Descrizione

«[…] però che, come in su la cerchia tonda
Monteriggion di torri si corona,
così la proda che ‘l pozzo circonda
torregiavan di mezza la persona
li orribili giganti, cui minaccia
Giove del cielo ancora quando tona»
(Dante Alighieri, Inferno canto XXXI, vv. 40-45)

Il Castello di Monteriggioni fu costruito dalla Repubblica di Siena agli inizi del 200, trasformando così un’antica fattoria longobarda in un borgo fortificato a difesa della Repubblica di Siena. La parola “Monteriggioni” viene infatti da Montis Regis che potrebbe significare fondo di proprietà.
Il borgo sorge sulla Via Francigena, la strada principale dei pellegrini e dei commercianti che collegava Siena e il suo territorio al resto dell’Italia e del Nord Europa. Il castello quindi aveva uno scopo difensivo, da lì si sorvegliava la Via Francigena e tutta la Val d’Elsa, visto che si trova in direzione di Firenze, la città nemica storica di Siena. Ci furono grandi conflitti tra le due città per prendere possesso del castello. La guida ti condurrà indietro nel tempo raccontandoti le numerose vicende storiche che questo castello ha visto e vissuto.
Quali metodi utilizzavano i senesi per difendere il castello? C’era forse la presenza di un ponte levatoio, di saracinesche (spesse porte di legno ricoperte di ferro), del rivellino (un’altro tipo di fortificazione), di carbonaie (fossati pieni di carbone che veniva incendiato) … ? Scopriremo insieme i metodi medievali che venivano utilizzati per allontanare il nemico e respingere gli assalti.
Il castello è circondato da alte mura e da 14 torri, oggi è percorribile una parte lungo le mura, da cui godrai di una vista mozzafiato sui panorami del Chianti e della Montagnola senese.
Scoprirai quindi la storia del borgo e in più il museo “Monteriggioni in arme” che ospita fedeli riproduzioni di armature medievali e rinascimentali.
Su richiesta potremo far concludere la visita con un assaggio del vino Chianti in una cantina del territorio.

Punti forti

Cosa è incluso?

Cosa è escluso?

Prenota il tuo tour adesso

Prenotazione per Monteriggioni: il borgo fortificato a difesa della Repubblica di Siena

Inserisci qui la data e l'orario del tour che preferisci e le tue eventuali preferenze

Punto di ritrovo

Da concordare con Siena Tourism al momento della prenotazione.

Informazioni importanti e consigli

Prezzo

*il prezzo è considerato NON a persona, ma a gruppo

Vuoi saperne di più prima di prenotare?

contattaci

Altri tour che ti potrebbero piacere

Giulia Vannini

Sono Giulia, senese e contradaiola, della contrada del Nicchio, sono una biologa e una guida ambientale escursionistica e una guida subacquea!

Sono nata a Siena ed ho frequentato qui la maggior parte dei miei studi; mi sono allontanata per le tesi scoprendo altre importanti realtà universitarie italiane dove ho concluso i miei studi in biologia, poi la specialistica in biologia marina ed infine il master in legislazione ambientale. 

Durante questi anni ho coniugato la mia passione verso la natura e tutte le affascinanti creature che ci circondano con la passione per l’insegnamento, diventando guida ambientale escursionistica e anche guida subacquea! 

Adoro stare a contatto con le persone e trasmettere le mie conoscenze in questi ambiti!

Un altro lato di me, che corre parallelamente da sempre alle altre attività, è l’attenzione alle persone con disabilità psicofisiche, per questo sono anche una istruttrice di nuoto specializzata nei bambini.

Grazie all’impegno di Siena Tourism posso così realizzare percorsi ed eventi pensati per i più piccoli, attività da fare solo in nostra compagnia o con tutta la famiglia!

Vi aspetto presto per farvi conoscere il nostro incantevole territorio! 

Ludovica Noviello

Mi chiamo Ludovica e sono nata a Roma, dove ho frequentato la scuola tedesca dall’asilo fino alla maturità. All’età di 19 anni ho deciso di andare a Berlino per studiare lingue e letterature straniere all’università Humboldt. Per molti anni ho vissuto in giro per l’Europa, dove ho lavorato e continuato a studiare lingue. Le mie passioni sono l’arte e le lingue straniere, per questo ho deciso di tornare nel mio bellissimo paese per poterle combinare nel lavoro di guida turistica. Mi sono trasferita a Siena, dove ho studiato per diventare una guida turistica abilitata in italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo. 

Siena è una città incantevole, uno scrigno che racchiude tante ricchezze e il mio lavoro è quello di trasmettere la mia passione della storia di questa città medievale, della sua arte, la sua cultura e le sue tradizioni a coloro che la vengono a visitare. 

Essendo una socia della Siena Tourism non sono solo una guida turistica, ma anche una delle organizzatrici di questa grande macchina che speriamo possa crescere sempre di più. 

Il nostro obiettivo è quello di farvi conoscere al meglio alcune delle città e paesini in Toscana, regalandovi tanti bei momenti da poter ricordare per sempre. 

Sono sicura che anche questa parte dell’Italia troverà un posticino speciale nel vostro cuore!